Amiga 600: scopriamo insieme le specifiche tecniche

Amiga 600 è una macchina che mi ha da sempre affascinato, ma, per un problema o per un altro, non sono mai riuscito ad acquistare un “esemplare” di Amiga 600. Oggi finalmente, a pochi giorni dall’inizio del 2017, sono riuscito ad acquistare e a far entrare in casa mia la fantastica Amiga 600 di casa Commodore.

Alla scoperta di Amiga 600

Amiga 600 di casa Commodore è una macchina molto particolare, innanzitutto differisce dall’Amiga 500 per il design, ma il punto di forza sta nelle dimensioni ridotte e una potenza maggiore. Di seguito vi riporto le specifiche tecniche di questa potente macchina.

  • CPU: Motorola 68000 a 7.09 MHz (ver. NTSC) o 7.16 MHz (ver. PAL).
  • Chipset: ECS con Fat Agnus in grado di indirizzare fino a 2 MB di Chip RAM.
  • Grafica (Fat Agnus), risoluzioni comuni (altre potevano essere programmate via software):modo PAL Low-res: risoluzione 320×256; scansione progressiva; fino a 32 colori liberamente selezionabili da una palette di 4096;modo PAL EHB: risoluzione 320×256; scansione progressiva; fino a 64 colori non liberamente selezionabili da una palette di 4096;modo PAL HAM6: risoluzione 320×256; scansione progressiva; fino a 4096 colori non liberamente selezionabili da una palette di 4096;modo PAL Hi-res: risoluzione 640×512; scansione interlacciata; fino a 16 colori liberamente selezionabili da una palette di 4096;modo Productivity: risoluzione 640×480; scansione progressiva; fino a 4 colori liberamente selezionabili da una palette di 64;modo Super 72: risoluzione 800×600; scansione interlacciata; fino a 4 colori liberamente selezionabili da una palette di 64.
  • Suono: 4 voci / 2 canali (Stereo) risoluzione a 8 bit, volume a 6 bitfrequenza di campionamento 28 KHz rapporto segnale/rumore 70 dB
  • Memoria: 512 KiB di ROM contenente il Kickstart; 1 MiB di Chip RAM espandibile a 2 MiB tramite lo slot di espansione interno detto trapdoor (termine inglese che tradotto letteralmente significa “botola”) perché collocato sul fondo della macchina; ulteriore espansione di 4 MiB di Fast RAM tramite slot PCMCIA per un totale di 6 MiB di RAM.
  • Memorie di massa rimovibili: Drive per floppy disk da 3.5″ DS/DD (fino a 880 KiB formattando con file systemAmiga) in grado di leggere e scrivere anche i floppy disk formattati con il file system FAT (fino a 720 KiB) utilizzato dall’MS-DOS.
  • Memorie di massa fisse: Controller IDE/ATA con supporto a trasferimento PIO-2.
  • Porte di input/output: Uscita composita per TV; in versione PAL per le macchine vendute in Europa e Australia, NTSC altrove. Porta video RGB analogica (DB23). Porta audio RCA2 porte (DB9) per joystick, mouse e altri dispositivi. Porta per la tastiera. Porta seriale RS232. Porta parallela Centronics (DB25). Porta per floppy drive esterno (DB23). Slot PCMCIA a 16 bit.
  • Software incluso: sistema operativo AmigaOS 2.05 (Kickstart 2.05, Workbench 2.05)

Questa macchina uscì nel lontano 1992 e faceva parte di una categoria di home computer molti interessanti, ma questo era solo l’inizio perché stava per uscire, da lì a breve, una nuova macchina: Amiga 1200!

Ma questa è un’altra storia che vi racconterò nel prossimo articolo, ma durante l’attesa, leggete l’articolo dedicato a Amiga 500, o nel caso lo smartphone vi sia caduto in una pozzanghera, vi consiglio di leggere questa guida creata appunto per queste sgradevoli situazioni.

Vi auguro a tutti buon anno, a presto.

Ringrazio Marco Nessuno per la collaborazione nella creazione di questo articolo, vi anticipo che a breve pubblicherà un articolo riguardante il recap di Amiga 600.

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. pippo ha detto:

    Le frequenze della cpu sono invertite, l’amiga ntsc era più veloce.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.commodoreblog.com/home/wp-content/plugins/dashylite/public/class-dashylite-public.php on line 153