Sheriff’s Night Patrol №1

Di nuovo di pattuglia assieme allo Sceriffo

Di nuovo tempo di Sheriff’s Night Patrol. E’ un notte tranquilla nella Contea di Commodore Blog, il potente V8 del mio Expedition gira leggiadro come una farfalla, borbottando timidamente mentre percorriamo Tramiel Avenue, timidamente quasi in segno di rispetto verso un grande uomo. Una notte come tante, una notte leggera che segue una giornata piovosa e ventosa che ha riportato un po’ di tristezza nei nostri cuori. Ma, come diceva qualcuno, non può piovere per sempre e la luna, stasera, ci sorride.

D’un tratto, Tramiel Avenue si divide e procede a sinistra verso la Contea di Atariland, fuori dalla mia giurisdizione

Verso destra, invece, la gloriosa strada termina verso un territorio sterile e oscuro che noi preferiamo chiamare Badlands. Le Badlands sono, pressappoco, un territorio brullo ed inanimato delimitato a nord dalla Gould Peak ed a sud dalla Ali Ravine. Un luogo inospitale, tetro, dove è facile rimanere impantanati ed un luogo che tutti cittadini tendono ad evitare facendo finta che Tramiel Avenue curvi solo verso sinistra. Un luogo oscuro tanto quanto le persone di cui porta il nome. Fermo l’Expedition ed il ruggito del V8 termina bruscamente come se non fosse mai esistito. Prendo il mio cappello poggiato sul sedile passeggero e scendo dal mezzo. D’improvviso il silenzio cupo mi assale, sembra di essere entrati in una realtà parallela. Niente suoni della città, niente cinguettio di uccelli ma solo un tiepido vento dall’odore acre. Un odore di falsità, di interdizione, di bugie e di morte. Un groppo mi si forma in gola mentre i fari illuminano l’enorme, brulla distesa dove non cresce neanche un filo d’erba. Perché questo è ciò che questi due “illustri” uomini hanno lasciato: la morte della speranza, l’oblio della solitudine.

Tutti siamo diventati un po’ più poveri, il 27 Aprile del 1994

Tutti ci siamo ritrovati col cuore infranto e la colpa non è stata di chi ci ha creduto fino in fondo, la colpa non è stata degli utenti e della comunità che ha reso grande un nome ed un macchina. Puoi avere anche la nave migliore del mondo, l’equipaggio più efficiente del mondo, ma se il Capitano ed il Primo Ufficiale hanno il cuore marcio, stai pur sicuro che la nave colerà a picco e si porterà nel baratro dell’inferno anche il suo valoroso equipaggio. Questo è quel che è successo. Avere al timone di una macchina devastante e potente come la Commodore due personaggi altamente inefficienti ed ignoranti in termini di informatica il cui unico interesse era la speculazione. Esatto, cari amici miei. Speculazione, neanche il profitto. Mi piace sempre parlare di questi due soggetti quando sono nelle Badlands e mi piace ricordarli per quello che erano: la feccia dell’informatica. Mehdi Ali è stato l’esatto esempio di colui che riesce a mortificare una squadra di ingegneri geniali, l’esatto esempio di capo che non vorresti mai ritrovarti sopra la testa, l’esatto esempio di quando tu, in ufficio ti chiedi: “ma questo cazzo ha fatto a stare li?”. E proprio mentre raccolgo un pugno di suolo sterile delle Badlands ricordo di come ciò che doveva essere il successore di quel capolavoro che fu l’Amiga 3000, da AA3000 diventò A3000+ ed infine quella meraviglia estremamente castrata che tutti noi oggi conosciamo come Amiga 4000. Ridurre i costi di produzione per speculare il più possibile, questo era il motto di questo signore, volutamente minuscolo, il quale però non esitava a dilapidare il patrimonio societario facendo andare avanti ed indietro manager in jet privati e riservare per se stesso tanti di quei benefit che i nostri politicanti, a confronto, sembrano dei barboni. Dirigente Chevrolet prima, CEO Commodore dopo, l’uomo con la faccia come il deretano, tanto tempo addietro, mostrava con orgoglio il suo curriculum vitae e tutti i suoi “successi”. Affondare un’azienda da svariate centinaia di milioni di dollari è un traguardo? Santi numi, dovrei essere Donald Trump allora, non un semplice Sceriffo. Per quanto io possa aver amato ed amare in maniera smodata l’Amiga 1200, mi rendo conto che quando uscì l’AGA era già ampiamente superato come rapporto prezzo/prestazioni. Inoltre, che diavolo ti sarebbe costato metterci su un altro paio di MB di Fast RAM per evitare di castrare ulteriormente il 68EC020 che, già di per se, non era un fulmine di guerra? Bah.. Penso che solamente un burrone può portare il suo nome, perché è lui che ha dato la spinta finale per mandare chi amavamo nel baratro. Lancio via la terra maledetta e volgo la testa verso quella cima cupa e circondata di nuvole che è Gould Peak. Certo è in alto, ma è tetra esattamente come colui che, in precedenza, tante volte ha salvato il nostro amato Jack dal fallimento grazie alla sua abbondante disponibilità economica. Eppure, una volta cacciato Jack Tramiel dalla Commodore, egli ha avuto carta bianca per fare il suo comodo e, lasciatemelo dire, per la nostra Contea sono passati tanti, troppi imprenditori che hanno provato a speculare sia a casa nostra che nella Contea di Miggyland. A tutt’oggi c’è ancora chi specula a Miggyland e qualcuno ci sta provando anche da noi, ma io sono sempre vigile. Ricordatevelo. Comunque, il primo speculatore è stato sicuramente Irving Gould il quale, come dicevo prima, si è ritrovato solerte carta bianca per fare il porco comodo suo, non a caso i conflitti con Tramiel, e piazzare il suo uomo chiave Ali nel punto dove poteva far più male. Che ci ha guadagnato dal fallimento della Commodore? Onestamente, non sono un esperto di economia o un imprenditore ma credo di saper ancora fare due più due. Gli imprenditori di quella pasta, sono i peggiori che ci possano essere poiché non hanno la più pallida idea di quello che hanno per le mani, se ne fregano della loro clientela ed hanno il medesimo comportamento dei virus: devastano e sfruttano finché l’organismo ospite non ne può più e poi ne cercano un altro. E sembra quasi che Commodore sia una calamita per questa tipologia di parassiti. Purtroppo questo è successo ed oggi, di questi due personaggi, rimangono questi due luoghi delle Badlands e l’amaro in bocca dal sapore acre di sangue che abbiamo per colpa della pugnalata ricevuta. La cima di Gould Peak è sempre più cupa e le nuvole si fanno più tetre come se volesse maledirmi per aver rivangato sulle porcherie commesse dai soggetti in questione. Decido che è il momento di risalire sull’Expedition e tornare verso la casa base per sbrigare le scartoffie. Il V8 tuona di nuovo al giro di chiave come per rispondere alle minacce delle Badlands. Mentre mi allontano, non posso non guardare dallo specchietto e pensare che le Badlands sono così vaste e che sicuramente ci sono altri luoghi che portano altri nefasti nomi là in fondo. Sempre più nel profondo.. sempre ricordando altri spietati, sedicenti imprenditori che hanno osato usatare e sfruttatare il nostro amato nome. Avremo modo di esplorarle.. un giorno, più in la. Non adesso, non oggi. Finalmente le ruote tornano a calcare Tramiel Avenue ed io posso tirare un sospiro di sollievo. Le Badlands sono lontane e la nostra Contea siamo tutti NOI.

Gabriele “The Sheriff” Niccolini

#sheriffsnightpatrol
Protecting past, serving future.

Clax Shepard

Clax Shepard

Amo il mondo videoludico a 360° e in tutti questi anni dedicati a questa passione, tra computer e console varie ,ho appurato che le migliori esperienze le ho avute in regalo dal mondo Commodore... ed eccomi qui!

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi