El Camino è più importante della destinazione

Ciao amici di Commodoreblog.com, secondo voi El Camino c’entra qualcosa con breaking bad? “Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi, alle quattro, dalle tre io comincerò ad essere felice. Col passare dell’ora aumenterà la mia felicità. Quando saranno le quattro, incomincerò ad agitarmi e ad inquietarmi; scoprirò il prezzo della felicità!”. Cit. Il piccolo Principe.

Che c’entra con El Camino?
L’attesa.

El Camino è essenzialmente il finale della serie TV Breaking bad e prende le mosse da dove quest’ultima si interrompeva. È essenzialmente, quindi, il finale della vicenda di Jesse Pinkman che prosegue dal punto in cui l’avevamo lasciato: sfondare un cancello con la sua auto. Premetto che non sono un fan della serie. Per me è stata “solo” una buona serie tv e non la eleggo a miglior serie assoluta come spesso la trovo etichettata. Anzi! Il suo reiterato schema “stanno per fottermi ma non mi fottono” mi aveva anche infastidito. Ed ancora di più la sua promessa (nel titolo) non mantenuta di fare diventare cattivo il suo protagonista.



El Camino di White

Passatemi lo pseudo-sillogismo: Fino all’ultima scena tifiamo per lui. Nessuno tifa per i cattivi. White non è cattivo. Comunque sia, anche con questi due nei, possiamo dire che la serie è piaciuta (giustamente) a tutti.
All’epoca però nessuno storse il naso chiedendosi: si ma Pinkman che fine ha fatto? Perché non ci fanno sapere cosa gli accade?  Ragion per cui credo che tanti non si aspettavano questo finale e non ne sentivano quasi la necessità. Nonostante ciò arriva in questi giorni su Netflix la risposta sottoforma di mega puntata/film finale.

ElCamino

Perché tutto questo tempo?

Quello che lascia perplessi però è il perché di tanta attesa. Domanda che persiste anche dopo la visione, seppur gradevole e ben girata, ed in perfetta linea con lo stile della serie. Forse chi è rimasto deluso si aspettava le spettacolari trovate visive cui la serie ci ha abituati. Ma dobbiamo considerare che El Camino  è incentrato solo su Pinkman (con una sola comparsata di White per pochi minuti). E coerentemente non è mai stato quello delle “trovate spettacolari” che invece erano prerogativa di White (il genio dei due).

El Camino, considerazioni

Di conseguenza possiamo ritenerci soddisfatti da questo epilogo agrodolce che chiude una serie molto interessante e ben girata con tematiche e stile coraggiose che ha influenzato, ed influenzerà ancora, le successive serie TV.

Voto 7+

Con questo per oggi è tutto. Vi saluto e vi consiglio qualche nostro articolo.

C’era una volta Quentin, recensione del film

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: