Whatsapp abbandona molti smartphone

Brutte notizie per gli utenti WhatsApp: dal 1 gennaio 2020 l’applicazione non funzionerà più su migliaia di smartphone Windows Phone.

Il 2020 di WhatsApp

Ciao amici di CommodoreBlog , non si tratta dell’unica brutta notizia che colpirà l’applicazione di messaggistica il prossimo anno. Dopo il mese di gennaio proseguiranno le opere di bonifica. Dal 1 febbraio 2020, infatti, terminerà il supporto ad alcune versioni di Android e iOS, non rilasciando più aggiornamenti e nuove funzionalità.

WhatsApp abbandona Windows phone

Con il nuovo anno, dal 1 gennaio 2020 WhatsApp non supporterà più nessuna versione del sistema operativo Windows Phone. Ovviamente l’app non è già più disponibile sul Microsoft Store. Non bisogna stupirci della decisione. La stessa Microsoft ha deciso di mettere la parola fine sul sistema operativo e di abbandonare per il momento il mondo mobile. Un sistema che qualcuno ha apprezzato ma che il mercato non ha recepito.

Da febbraio via da vetuste versioni

Dal 1 febbraio 2020, invece, toccherà ad alcuni smartphone Android e iOS. Precisamente stiamo parlando di Android 2.3.7 e precedenti (ora siamo ad Android 10) e di iOS 8 e versioni precedenti (iOS è arrivato alla versione 13). In linea di massima si parla, soprattutto per android, di dispositivi veramente datati. Se avete uno smartphone con questo sistema operativo, WhatsApp non lo supporterà più e non riceverete più gli aggiornamenti e le nuove funzionalità.

WhatsApp, cosa cambia per gli utenti

Per tutti gli utenti che hanno uno smartphone acquistato negli ultimi tre o anche quattro anni non ci saranno cambiamenti: l’applicazione continuerà a funzionare come sempre. Per coloro che invece hanno un dispositivo datato questa non è una bella notizia. Non ricevere più gli aggiornamenti dell’applicazione vuol dire essere vulnerabili a eventuali bug di sicurezza che verranno scoperti nei prossimi mesi.

Un pericolo secondo noi davvero basso

Un fatto molto pericoloso soprattutto per i nostri dati personali. Cosa fare quindi? L’unica soluzione è cambiare smartphone e acquistarne uno più recente. Del resto è statisticamente provato che i moderni smartphone difficilmente arrivano ai quattro anni pienamente funzionanti. O lo schermo, o la batteria o qualcosa altro ne compromette la funzionalità. Possono venire riciclati come radio o lettori Mp3 ma in questi casi non serve neanche la sim.

Un saluto e qualche consigli per voi.

Return of the Tentacle: La dura vita del traduttore

Nuovi firmware per i THEC64

Marco

Marco

Nato per la tecnologia... Lo scopo della sua vita è quello di possedere ogni tipo di console esistente al mondo, ma per il momento si dedica a CommodoreBlog

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: