IL RITORNO DELLE CASSETTE AUDIO

 24 total views,  1 views today

Ciao amici di CommodoreBlog, le cassette audio son tornate! Continuano a salire sorprendentemente le vendite degli album nel vecchio formato delle audio cassette.

Cassette audio, il ritorno

Quasi 65.000 cassette musicali sono state vendute nel Regno Unito nei primi sei mesi del 2020, secondo la Official Charts Company.

L’azienda afferma che le vendite complessive registrate nel 2019 sono raddoppiate rispetto allo stesso periodo del 2018

Per fare un esempio Lady Gaga ha venduto 12.000 cassette del suo ultimo studio album Chromatica dalla sua uscita nel maggio 2020 fino ad oggi.

Cassette audio, il prezzo

La cassetta media viene venduta al dettaglio per circa £ 10 ($ 13), rispetto a £ 15 del vinile.

C’è anche una vasta gamma di cassette-player disponibili in commercio, inclusi stereo personali, ma è più probabile che il formato sia venduto come merchandise piuttosto che per la riproduzione di musica, dicono gli esperti.

Naturalmente queste cifre di vendite impallidiscono ancora a confronto con il più grande successo dello streaming audio del 2019: Someone You Loved di Lewis Capaldi ad esempio è stato ascoltato in streaming 228 milioni di volte.

Gennaro Castaldo del BPI (British Phonographic Industry) ha dichiarato che le vendite di cassette rappresentano solamente una “piccola frazione” delle vendite di musica nel Regno Unito, nonostante le previsioni secondo cui la cifra potrebbe salire a quota 100.000 cassette entro quest’anno per la prima volta dal 2003.

“Oltre ai fan, i consumatori più giovani stanno subendo il loro fascino del collezionismo – come già accaduto con il vinile”, ha aggiunto Castaldo.

Il fattore collezionismo

L’analista musicale Mark Mulligan della Midia Research ha affermato che è improbabile che la cassetta si avvicinerà mai al vinile in termini di popolarità e vendite.

“Le cassette sono sempre state un prodotto inferiore in termini di qualità audio”, ha affermato.”La cosa che [cassette e vinile] hanno in comune è che sono cimeli. È quasi come un buco nel mondo della musica moderna. Invece di stare in mostra sui tuoi scaffali, la tua musica si trova in modo effimero in una nuvola da qualche parte.

Paesi come Giappone, Corea e Cina soddisfano maggiormente i fan della musica in termini di prodotti offerti ha aggiunto.

“TenCent, il colosso tecnologico cinese, guadagna notevolmente di più dai suoi prodotti musicali che dallo streaming”, da una dichiarazione ufficiale.

E voi avete conservato a casa le vostre vecchie cassette ma soprattutto i vostri consumati Walkman? Un saluto dal vostro Monk, ora qualche piccolo suggerimento per voi.

(Fonte BBC News)

Akiko32, facciamo il punto

TheVIC20, ad ottobre nei negozi

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PAGE TOP
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: