La radio FM lascerà gli smartphone

 311 total views,  1 views today

Ciao amici di Commodoreblog.com, la radio FM  sta per salutare i nostri dispositivi smartphone. Una notizia che lascia basiti, l’ennesima legge tutta italica da mettersi le mani nei capelli.

Radio FM e smartphone

Che il Belpaese fosse un posto strano lo abbiamo capito tutti ormai. Il paese più bello al mondo per bellezze naturali ma quello con la burocrazia più bizzarra. Il colpevole di questa assurda decisione è il famoso decreto  SBLOCCA CANTIERI. Grazie ad esso gli smartphone venduti o in vendita in Italia non potranno avere la radio FM integrata. Il motivo è abbastanza grottesco: la legge dice testualmente che “tutti gli apparecchi in vendita dotati di radio FM devono essere in grado di ricevere anche i servizi della radio digitale DAB+“.

Radio FM e DAB+

Orbene, una decisione che ci può vedere d’accordo su sistemi audio per auto o per la casa. Ma i fenomeni che studiano queste leggi hanno inserito nella categoria “apparecchi” anche gli SMARTPHONE! Ovviamente molti smartphone, già sul mercato da mesi, saranno in vendita anche nel nuovo anno. Ecco perché i produttori saranno costretti a rimuovere la ricezione FM dai dispositivi in vendita in Italia, dato che per ovvi motivi di ingombri non si può avere l’antenna per il DAB+ su uno smartphone.

Legge retroattiva

Come se ciò non bastasse anche gli smartphone attualmente già venduti dovranno perdere la radio FM. Questo per l’ovvio motivo che non è possibile fare un aggiornamento solo per i prodotti ancora invenduti. Questo obbligherà i produttori a rilasciare degli aggiornamenti per inibire la ricezione FM.
È notizia recente che Samsung lo stia già facendo per alcuni suoi modelli commercializzati in Italia. Si arrendono le mosse degli altri colossi del settore. Ovviamente si può rifiutare l’aggiornamento dedicato ma pare che questa rinuncia vincoli l’utente a non ricevere più nessun tipo di upgrade seguente.

Radio FM solo con le app

I canali radio potranno essere ascoltati scaricando e installando una delle molte app dedicate. Ciò non toglie che la legge, così stilata, trasudi incompetenza da ogni parte. La radio FM è ascoltata tramite smartphone da milioni di persone, non richiede nessun tipo di connessione e il suo consumo di batteria è quasi nullo. Solo in un paese come il nostro possono accadere cose simili, al limite del grottesco.

AmigAtari, lasciamo parlare la musica

Chipmusic, la passione che viene da lontano

Michele Novarina

Michele Novarina

Mic, tre lettere come negli highscore di una volta. Appassionato di videogames dagli albori degli anni 80.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PAGE TOP
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: