La prima telefonata col cellulare 3 aprile 1973

New York, 3 Aprile 1973

una data storica, non solo per quello che avrebbe significato nell’ambito delle telecomunicazioni, ma anche per Motorola, che così risolse la sua rivalità, iniziata nel ’47, con la Bells Lab. La telefonata fu fatta dall’ingegnere americano Martin Cooper a Joel Engel, ricercatore della sopracitata BL: “Noi della Motorola ce l’abbiamo fatta, la telefonia cellulare è una realtà”, queste le parole di Cooper. 

Fu un autentico miracolo tecnologico

che diede inizio a una nuova era fatta di studi, ricerche e sperimentazioni tali da portare ai giorni nostri smartphone leggeri, ultrasottili, e ultra tecnologici (stravolgendo letteralmente le nostre vite).

Il dispositivo

Motorola il DynaTac

col quale fu possibile, 45 anni fa, effettuare la prima telefonata “senza fili” oltre a peso e  dimensioni mastodontiche, era privo di display e con un tempo di ricarica di ben 10 ore per ottenere appena 35 minuti di autonomia operativa – un problema, quello della durata della batteria, ancora attuale nei telefoni di oggi.

DynaTac 8000X

Invece il nome del successore del cellulare che fece la sua prima chiamata venduto a 3995 dollari di allora, e che corrispondono a 9322 dollari attuali (ovvero, 7586 euro): una cifra esorbitante che, a confronto, un IPhone figura come roba low cost.

anni di attesa da quella famosa telefonata per l’inizio della rivoluzione.

Bisognerà attendere infatti gli anni 80 per l’assegnazione delle prime frequenze, grazie a cui il bacino di utenza iniziò a ingrandirsi e ad aprirsi all’invenzione. Da allora, il cellulare visse una forte e costante impennata verso il successo, creando un mercato grande e  imponente, che inizia, però, ad accusare i primi segnali di saturazione.

La curiosità

In seguito Cooper raccontò che l’idea ispiratrice del telefono cellulare gli venne dalla visione del telefilm Star Trek in cui il Capitano Kirk usava un dispositivo analogo…

Per oggi ho finito e come sempre vi consiglio due belle letture:

Street Fighter II’ – Champion Edition

Configurare Apple Homekit con lo switch Shelly 1

Marco

Marco

Nato per la tecnologia... Lo scopo della sua vita è quello di possedere ogni tipo di console esistente al mondo, ma per il momento si dedica a CommodoreBlog

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: