Keystone Kapers per C64

Ciao a tutti cari lettori di commodoreblog.com, come avrebbero detto gli antichi romani “Habemus Keysone Kapers”. Esattamente a settembre del 2019 il celebre Arcade game degli anni 80 viene convertito anche su commodore 64.

Keystone Kapers, squadra che vince non si cambia

Esattamente il 30 settembre del 2019 viene dilasciata la conversione di Keystone Kapers anche per il biscottone. Meglio tardi che mai verrebbe da dire. E visto il risultato finale direi che guardare l’orologio non serve perchè il risultato è veramente bellissimo! La conversione è stata curata dallo stesso team già autore del porting di Chopper Command e la scelta non poteva essere più azzeccata. Il gruppo formato da Antonio Savona, Steven Day, Saul Cross e Flemming Martins hanno messo a segno un altro colpo da 90 miei cari lettori. Sento già molti di voi dire “Ma esisteva già qualcosa di simile”. Certo, lo so bene e si chiama “Rent a Cop” che vide la luce se ricordo bene nel 2015. Ma qui siamo di fronte ad una fedelissima conversione, riveduta e corretta verso l’alto viste le potenzialità del mai domo C64.

Keystone Kapers, un po’ di storia

Ma partiamo un attimo dalle origini, giusto per chi non conoscesse ancora questo titolo. Il gioco è stato presentato al CES di Las Vegas nel 1983. Keystone Kapers è un videogioco d’azione programmato da Garry Kitchen, e pubblicato da Activision per la console Atari 2600 e i computer Atari 8-bit. Il programmatore in questione non credo abbia bisogno di presentazioni. E’ il Garry Kitchen che creò The Designer’s Pencil e lo straordinario GameMaker per commodore 64.
Kaystone Kapers fu successivamente convertito per Atari 5200, ColecoVision ed MSX nel 1984 e dio solo sa perchè nessuno si mise a trasportarlo anche per altre piattaforme domestiche.

Dinamica di gioco

Il giocatore muove un poliziotto di nome Keystone Kelly. Questo paladino della legge deve inseguire il fuorilegge Harry Hooligan (nome geniale) dentro un grande centro commerciale.
Screenshot_2019-10-01-14-47-21-849_atua.anddev.vicec64
La sfida, anche se appare semplice, non lo è affatto: il giocatore ha a sua disposizione 50 secondi. Durante la sua corsa Kelly deve evitare una serie di ostacoli disseminati un po ovunque. Bisogna fare molta attenzione perchè gli faranno perdere tempo, e fidatevi che quei secondi sono veramente pochi. Dato che l’area di gioco è vasta e su più livelli, Kelly può usufruire di un ascensore per spostarsi velocemente nei piani che compongono il grande magazzino. In alternativa può utilizzare scale mobili, che purtroppo non sono molto veloci.

Punti bonus e pericoli vari

Durante questo inseguimento Kelly può trovare sulla sua strada alcuni oggetti che gli faranno guadagnare punti extra. Nella fattispecie un sacchetto di denaro e una valigetta, entrambi del valore di 50 punti. Anche il tempo residuo si trasforma in punti bonus, perciò prima si cattura Harry e più punti si possono guadagnare. Più si è avanti di livello, più punti si guadagnano. Dopo il sedicesimo livello, il bonus rimane sempre lo stesso. Attenzione però a cosa si trova sullo schermo. Se ci si scontra con una radio, un carrello della spesa o una palla saltellante, vengono detratti 9 secondi dal timer. E questo si trasforma in un grosso problema per il nostro Kelly. Se il tempo a disposizione giunge a zero si perde una vita. Attenzione perchè altri due modi per perdere vite sono quando ci si scontra con un aeroplano giocattolo e nel caso in cui Harry riuscisse a fuggire. Il gioco termina quando si perdono tutte le vite a disposizione. Se ne guadagna una ogni 10.000 punti per un massimo di 3.

Keystone Kapers, una conversione coi fiocchi

Al raggiungimento di 1.000.000 punti al posto del contatore a 6 cifre, appaiono 6 elmetti. Al successivo incremento di punteggio, il gioco si blocca terminando. Questo accadeva nella versione originale e non sono riuscito a testare così tanto la conversione. Ma vedendone la fedeltà presumo che anche questo aspetto sarà stato mantenuto. La conversione appunto. Il lavoro fatto merita a mio avviso un 10 con tanto di lode. Ogni aspetto dell’originale, almeno fin dove sono riuscito ad arrivare, è reso alla perfezione. Il tutto con una grafica nettamente superiore e un sonoro coinvolgente. I colori son bellissimi, vivi e quasi fumettistici. Le animazioni degli sprite sono elaborate e fluide, non si è badato a spese a livello di frames. I controlli sono perfetti sia con un Joystick sia emulando il gioco su smartphone.

Come avere questo ben di dio?

Questa fantastica conversione è scaricabile gratuitamente a questo Link Keystone Kapers

E anche per oggi cari amici Mic the Biker vi saluta e vi consiglia qualche lettura.

Popeye

Michele Novarina

Michele Novarina

Mic, tre lettere come negli highscore di una volta. Appassionato di videogames dagli albori degli anni 80.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: