Street Racer – Game Boy

 32 total views,  1 views today

Ciao a tutti amici di CommodoreBlog , oggi io vostro Monk vi parla del gioco Street Racer per game boy.

Street Racer, cartuccia loose

Non molto tempo addietro mi è capitata la fortuita occasione di acquistare un piccolo lotto di cartridges loose per il game boy. Le ho trovate su ebay ad un prezzo veramente ridicolo e tra queste c’era Street Racer. Si presentava abbastanza maltrattato ma non in maniera tale da richiedere una pulizia approfondita (vedi la Guida nel caso ti interessasse approfondire). Era perfettamente funzionante e questo già basta per decretare la riuscita dell’affare.

Street Racer, questo sconosciuto

Ci sono dei giochi che obiettivamente hanno fatto veramente la storia di Nintendo sotto tutti i punti di vista possibili e immaginabili. Questi titoli spesso sono diventati un must anche del mondo dei videogiochi in generale. Veri e propri campioni di incassi che in alcuni casi sono entrati nell’immaginario collettivo come nel caso di Mario, Wario, Zelda e Donkey Kong. Parliamo di titoli che ancora oggi risultano essere giocabilissimi ed appassionanti. Soprattutto mai noiosi come nel caso di Donkey Kong che vede la sua uscita ben ventisei anni fa e nonostante ciò, se completo e ben conservato, riesce a toccare un prezzo di mercato di tutto rispetto. Fatta questa premessa possiamo tranquillamente affermare che Street Racer è l’esatto contrario da quanto descritto prima.

Street Racer, eccolo

Street Race in buona sostanza è un cart-racing game sviluppato da Vivid Image e pubblicato dalla  gloriosa Ubisoft. Nato sulla scia di Super Mario Kart  il gioco prova ad assumere spudoratamente le sue sembianze. Questo cercando di offrire inutilmente qualcosa di diverso con la possibilità di giocare simultaneamente tramite split screen in otto giocatori. Alla data della sua uscita, anno del Signore 1994, la sua riuscita commerciale fu decisamente e immediatamente pessima. Così tanto che i distributori lo riproposero ad un prezzo fortemente ribassato e nonostante ciò le vendite continuarono a rimanere scarse.

Struttura del gioco

Una volta inserita la cartuccia ed accesso il Game Boy veniamo accolti da una musichetta accattivante e la possibilità di scegliere le diverse opzioni di gioco:

  • Practice
  • Head to Head
  • Championship
  • Rumble
  • Soccer

Sui primi tre punti, considerato il tipo di gioco, non c’è molto da dire tranne che abbiamo la possibilità di scegliere in modalità Championship tre livelli di difficoltà (Bronze Silver Gold) ed otto fumettosi personaggi. Questi si differenziano tra di loro dal settaggio del kart nonché dalle caratteristiche grafiche e da piccole peculiarità. Ma tutti condividono la tecnica di gioco: far saltare il kart oltre gli ostacoli disseminati lungo il percorso, raccogliere ed utilizzare il turbo e spingere fuori dal tracciato gli avversari per arrivare il più possibile in cima alla classifica.

Street_Racer_-_1996_-_Ubisoft (1)

Street Racer, giocabilità

Se nella modalità Championship, il gioco è senza infamia e senza lode, piuttosto giocabile data l’età e le risorse del piccolo 8 bit, le cose cambiano drasticamente in versione Rumble. Purtroppo in peggio. Qui giriamo come dei deficienti su un tracciato circolare lungo quanto la distanza che nella vostra casa separa il bagno dalla camera da letto (a meno che non abitiate in un castello ma ne dubito). Il vostro unico scopo è buttare fuori strada gli avversari a forza di pugni e sportellate. Una tale noia mortale che trovereste più divertente prendervi a martellate le dita della mano sinistra. Ma non è tutto purtroppo perché come in un lungo incubo senza fine in modalità Soccer, il nome dice tutto, vi ritrovate con il vostro kart dentro uno stadio con un obiettivo: fare goal. Facile a dirsi perché qua tutta la bruttura di questo gioco si fa prepotente. Non sarete più in grado di passare sopra l’ingiocabilità di questo mini game dove potete andare avanti ed in retromarcia tentando di afferrare la palle per rilanciarla verso la porta.

Street_Racer_-_1996_-_Ubisoft

Giusto per collezione

Quindi a meno che non siate degli accumulatori seriali ed il vostro unico obiettivo sia possedere tutti i giochi del Game Boy con scatola e manuale prima che il sole esploda distruggendo la Terra… Oppure siate degli appassionati tali di game racing che per voi una sfida a qualsiasi latitudine ed in qualsiasi modalità sia questione di onore da lavare con il sangue avrete davanti a voi una scelta: acquistare un gelato al pistacchio iraniano, nocciola e cioccolato oppure Street Racer per Game Boy.

So già cosa sceglierete dopo aver letto questa recensione. Per oggi è tutto, il vostro amico Monk vi saluta e vi lascia qualche consiglio.

Terminator 2: Judgment Day (Gameboy)

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PAGE TOP
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: