AtGames Megadrive is better!

Salve a tutti amici di  CommodoreBlog   lo conoscete vero il Sega Genesis, qui conosciuto come Sega Megadrive? E ormai sappiamo tutti che Sega ha lanciato la versione mini. Forse la mossa commerciale più inutile degli ultimi 30 anni. Perché?

AtGames Megadrive

È necessario fare una prefazione prima di continuare. Precisamente chi è AtGames? Si tratta di un produttore americano di videogames e console. Questo costruttore salì alla ribalta qualche anno fa per aver iniziato a produrre sotto licenza alcuni prodotti a marchio Atari. Esattamente, parliamo della serie Atari flashback. Con il passare del tempo il costruttore annusò il businnes e lavorando con Sega fece uscire più modelli emulanti il genesis arrivando così al megadrive Flashback di cui parliamo qui.

Come è fatto?

Esteticamente la console non ha nulla da invidiare al mostro sacro originale. Entrambe sono quasi identiche. Questa versione esce con due pad wireless alimentati con due pile mini stilo. Il SEGA Megadrive Flashback integra un attacco HDMI gestito in 720p (risoluzione 1280×720). Una soluzione che i puristi logicamente non apprezzano. Per questo sono stati inseriti una serie di filtri vecchio stile per simulare gli ormai datati televisori CRT. Inoltre sarà possibile mettere in pausa, salvare lo stato del gioco, e riprendere da dove ci si è fermati in qualsiasi momento.

91g3MW0KP1L._SL1500_

I dettagli che fanno la differenza

Questo Genesis, o megadrive a dir si voglia, non lo considero una mini console, anche perché mini non è. Ci sono due chicche che ne elevano lo standard. Uno è la presenza di due porte joy alla vecchia maniera dove poterci attaccare i pad originali. Ma è la seconda feature ad essere splendida. AtGames Genesis è dotato di uno slot vero dove inserire le vecchie cartucce!

Giochi inclusi in AtGames Megadrive

Ecco l’elenco degli 85 giochi inclusi.

Alex Kidd in the Enchanted Castle, Alien Storm, Altered Beast, Arrow Flash, Beyond Oasis, Bonanza Bros., Chakan: The Forever Man, Columns, Columns III, Comix Zone, Crack Down, Decap Attack, Dr. Robotnik’s Mean Bean Machine, ESWAT: City Under Siege, Eternal Champions, Fatal Labyrinth, Flicky, Gain Ground, Golden Axe, Golden Axe II, Golden Axe III, Jewel Master, Kid Chameleon, Mortal Kombat, Mortal Kombat II, Mortal Kombat III, Phantasy Star, Phantasy Star II, Phantasy Star III, Phantasy Star IV, Ristar, Shadow Dancer: The Secret of Shinobi, Shinobi III: Return of the Ninja Master, Sonic & Knuckles, Sonic Spinball, Sonic the Hedgehog, Sonic the Hedgehog II, Sonic 3D Blast – Flickie’s Island, Sword Of Vermilion, The Ooze, Vectorman, Vectorman II, Virtua Fighter II, Shining Force: The Legacy of Great Intention, Shining Force II: The Ancient Seal, Shining in the Darkness, Super Thunder Blade, Adventure in the Park, Cross the Road, Jack’s Pea, Jewel Magic, Curling 2010, Plumbing Contest, Wall-Breaking, Bubbles Master, Break the Fireline, Mahjong Solitaire, Hangman, Warehouse Keeper, Chess, Memory, Snake, Air Hockey, Spider, Naval Power, Mr. Balls, Cannon, Fight or Lose, Bottle Taps Race, Bomber, Checker, Hexagonos, Whack-A-Wolf, Mirror Mirror, Panic Lift, Black Sheep, Flash Memory, Brain Switch, Mega Brain Switch, Hidden Agenda, Dominant Amber, Hide and Seek, Jura Formula, Jurassic Jungle, Skeleton Scale, Dinosaur, Puzzle, Lost World Sudoku, Meatloaf Rotation, Mya Master Mind, T-Rex Memory Match, Yawning Triceratops

AtGames Megadrive funziona alla grande

Ottanta cinque giochi sono molti. Ma ne mancano sempre. Da possessore di questa replica AtGames ho subito acquistato la cartuccia di out run. Si, esatto. Una delle migliori conversioni di questo gioco fu proprio per il megadrive. E la cartuccia, presa su Ali Express al prezzo di due euro funziona. Pure bene. Come funziona ogni cartuccia abbia provato. Avevo ancora giochi dell’epoca a casa. Il vecchio megadrive era però morto da anni. Non avevo mai avuto occasione di trovarne uno funzionante al cento per cento. In un colpo solo ho risolto il problema. I due pad wireless non sono precisi come quelli della play ma se la cavano, personalmente non ho riscontrato ritardi finché le pile tengono. E poi ci sono i pad originali, col cavo. Li si trova a pochi soldi on line per chi non li abbia.

Magadrive mini, qui prodest?

È questa la domanda che mi è balenata in testa quando ho visto che avrebbero fatto uscire una versione mini del megadrive. Personalmente trovo che questa nuova idea da parte del colosso nipponico SEGA sia utile come.. Mmmh.. Mi vengono in mente dei paragoni ma sono censurabili! Fatemi riassumere un attimo. Il megadrive mini costa sui 70 euro. Ha 42 giochi. Ha due pad dimezzati, ovvero con soli tre tasti. Non legge le cartucce originali. A meno di quei soldi posso prendere il qui rapidamente recensito AtGames Megadrive. Le conclusioni le lascio a voi cari lettori. Tanto già sento il brusio e il borbottio di quelli che “io con un Raspberry emulo il mondo intero”.

Mic the Biker vi saluta tutti e vi consiglia qualche lettura!!

OUT RUN

Michele Novarina

Michele Novarina

Mic, tre lettere come negli highscore di una volta. Appassionato di videogames dagli albori degli anni 80.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: