Akiko32, facciamo il punto

Ciao a tutti amici di commodoreblog.com, stando alle ultime notizie pare che Akiko 32 sia giunto la fase di sviluppo finale. Andiamo a vedere di che si tratta.

Akiko32, il CD32 mini

Parliamo di un progetto che vede protagonista il CD32 riproposto in versione mini. L’idea nacque a cavallo tra il 2018 e il 2019. I problemi inizialmente non mancarono: furono realizzati tre prototipi, i quali presentavano alcuni problemi, come il Mouse / Joystick che andavano nella direzione sbagliata e il Pinout per resetgen sbagliato. Ma il lavoro in questi anni è andato avanti ed ora è ottimizzato al meglio. Le dimensioni sono rimaste quelle miniITX, ovvero 170x170mm.

Akiko32, più potenza

Il cuore della nuova creatura è più potente dell’originale di casa commodore: è spinto da un processore Motorola 68030 con 50 MHz (pensate che erano partiti con 14), coadiuvato da una Chipram da 2 MB e pare 64 mega di fast ram. Ricordiamo che l’originale degli anni 90 era spinto da un Motorola 68EC020, una versione economica del 68020. I chipset AGA tra cui Lisa, Alice, Paula e il DAC sono inseriti in prese THT e a questi è affiancato il chipset Akiko che si occuperà di eseguire conversioni grafiche 3D che risulterebbero pesanti via software. Infatti ricordiamo come il progetto originale CD32 avesse adottato questo economico chipset incaricato alla conversione hardware tra grafica planare e grafica chunk. Questo permetteva un disegno efficiente dei poligoni e scaricava la CPU dall’onere della conversione.
unnamed

Kick e connessioni

Il Kickstart del sistema dovrebbe essere combinato CD32 / 3.1.3 in via sperimentale. Sarà presente una porta con Controller IDE compatibile con Gayle. Non mancano le classiche connessioni che conosciamo bene: Mouse, Joystick, Tastiera (stile A4000D) e Audio. Sarà comprensiva di Bus I²C, uno standard per il collegamento di molti chip diversi, in cui un chip “master” controlla tutti gli altri chip con monitor di tensione, orologio e connettore EDID per la connessione a monitor PC o a TV. Saranno presenti porte di espansione per scheda di rete e RGB. Ovviamente per stare al passo coi tempi avrà una connessione USB per Rapidroad.

Stay tuned for more info

Il progetto è giunto dunque ad una fase di maturità, ora dovrebbe fare il salto per iniziare una fase di pre produzione. State collegati, cercheremo di stare al passo con gli aggiornamenti che l’ideatore di questo Akiko 32 comunica in rete. Ora qualche consiglio per voi.
Michele Novarina

Michele Novarina

Mic, tre lettere come negli highscore di una volta. Appassionato di videogames dagli albori degli anni 80.

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: