Guida alla scelta dei dispositivi per il pc

copertina guida dispositivi pc

Dopo aver parlato di recente su come scegliere ed assemblare il nostro pc fisso, in questa guida vedremo come scegliere altri dispositivi fondamentali: quelli di input e di output.

Guida alla scelta dei dispositivi per il tuo PC

Il monitor

Il monitor è tra i dispositivi fondamentali in quanto senza di esso non sarebbe possibile interagire con il nostro computer.

Tipi di pannelli

Il mercato è molto vario e negli ultimi anni si sono fatti passi in avanti, con pannelli sempre migliori e risoluzioni in aumento.

Attualmente i pannelli possono essere di tipo:

  • TN (tiwsted nematic): sono i più veloci ed economici;
  • IPS (in-plane switching): garantiscono una visione uniforme da diverse angolazioni e riproducono più fedelmente i colori;
  • VA (vertical alignment): sono come gli IPS ma hanno neri più profondi.

Il refresh rate

Il refresh rate o frequenza di aggiornamento è un valore che indica quante volte in un secondo il monitor aggiorna l’immagine e si misura in Hertz.

Per ottenere una resa migliore è necessario che questa frequenza sia uguale al numero fi FPS (ne parleremo in seguito), altrimenti potrebbe verificarsi del tearing (ovvero due frame sono visualizzati contemporaneamente).

I monitor da gaming più costosi raggiungono i 144 Hz proprio per far si che questo problema non si verifichi. Tramite overclock alcuni produttori permettono di raggiungere anche i 180 Hz. I monitor più comuni invece hanno un rate di 60 Hz, adeguato a chi si limita ad un uso di “ufficio” o per chi gioca ma con bassi FPS.

Gli FPS

Gli FPS (Frame Per Second) è la velocita con cui i frames si susseguono e che ci da in un video l’illusione del movimento. L’occhio umano per avere una visione fluida ne necessita di circa 30.

Per il gaming invece il minimo resta di 30 ma per una migliore qualità visiva è consigliato un minimo di 60 in quanto la fluidità può variare anche a seconda del monitor che si sta utilizzando.

Il tempo di risposta

Il tempo di risposta è la misura del tempo che impiega un pixel a passare dal bianco al nero o, più di recente, da una scala di grigi ad un’altra.

Insieme ai valori sopracitati è molto importante perché indica la sua reattività al cambio di immagine.

Non va confuso con l’input lag, ovvero il ritardo che si interpone tra quando premiamo un tasto e quando abbiamo il risultato.

Per un monitor da 60 Hz il limite massimo è di 17 millisecondi. Se questo valore si alza si potrebbe verificare il fenomeno chiamato “Ghosting”, una sorta di effetto scia dove i pixel precedenti si sovrappongono ai successivi.

Per i gamers è consigliato l’utilizzo di un monitor con un basso tempo di risposta (circa 1 ms).

FreeSync e G-Sync

FreeSync e G-Sync sono tecnologie in ambito gaming che permettono di sincronizzare il refresh rate dello schermo con quello prodotto dalla GPU in modo da eliminare eventuali problemi e migliorando l’esperienza di gioco.

Fino a qualche mese fa le schede Nvidia (più costose) funzionavano solo con schermi che utilizzavano tecnologia G-Sync, ma recentemente la casa produttrice ha aperto anche ai monitor FreeSync, grazie agli ultimi driver infatti sarà possibile attivare il G-Sync anche FreeSync.

Scelta

Il monitor quindi come tutto l’hardware del vostro computer, varia a seconda delle vostre esigenze, infatti se siete dei videogiocatori e cercate prestazioni più alte la scelta dovrà ricadere su un monitor che abbia i valori sopracitati migliori in commercio.

Se invece avete bisogno di editare fotografie avrete la necessità di un pannello che riproduca fedelmente i colori.

Ovviamente tutte queste esigenze fanno lievitare il prezzo del monitor.

Tastiera

La tastiera è il primo tra i dispositivi di input del nostro pc, essa ci permette di scrivere e di immettere caratteri.

Le tastiere possono essere:

  • Meccaniche: dispongono di uno switch per ogni singolo tasto, sono più precise e costose;
  • A membrana: hanno una membrana unica a cui ogni tasto fa riferimento, sono le più comuni;
  • Semi-meccaniche: fonde i pregi delle meccaniche con quelli delle tastiere membrana.

Scelta

Anche questa volta il discorso non cambia, la tastiera deve rispondere alle vostre esigenze.

Ovviamente per il gaming le migliori sono quelle a membrana perché riducono l’input lag e garantiscono una digitazione dei vari comandi molto più efficiente. Se siete dei videogiocatori e volete risparmiare un po’ la scelta può ricadere sulle semi-meccaniche.

Se invece non avete esigenze particolari acquistate una tastiera a membrana.

Mouse

Il mouse come la tastiera è uno dei dispositivi di input che ci permette di navigare nel nostro desktop e nelle nostre cartelle permettendoci di muoverci attraverso il cursore tra le varie icone e file.

Scelta

I mouse hanno i DPI (Dots Per Inch, punti per pollice), ovvero una misura che quantifica la sensibilità del mouse ai movimenti della vostra mano.

Un mouse con alto numero di DPI reagisce ai minimi movimenti della mano.

Come potete intuire i gamers necessitano di alti DPI per avere una migliore esperienza di gioco, in quanto sarà necessario garantire una velocità maggiore nei movimenti anche più sensibili.

Per i lavori di ufficio come la navigazione web, la scrittura di testi, la visione di filmati, può bastare un semplice mouse con DPI standard.

E non dimenticate di leggere anche:

UN LAPTOP DAL GRANDE VALORE

Guida completa per assemblare un PC

Google blocca le licenze Android di Huawei

Alessandro Miscia

Alessandro Miscia

Appassionato di tecnologia e fotografia, mi occupo di guide, news e recensioni che riguardano il mondo tech.

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: