Gilbert U-238 Atomic Energy Lab

 179 total views,  1 views today

Buongiorno amici di Commodoreblog.com oggi voglio parlarvi di Gilbert U-238 Atomic Energy Lab

Un laboratorio atomico e radioattivo! Ma cominciamo dal principio…

Atomic Energy lab

Atomic Energy

Correva l’anno 1950 e dopo appena cinque anni dal progetto Manhattan si pensava già che l’energia nucleare fosse una soluzione al monopolio dei combustibili fossili.

L’idea

La A. C. Gilbert Company, nel 1950, fiutò l’affare e realizzò un kit con l’intenzione di consentire ai bambini di creare e osservare reazioni chimiche e nucleari. FU UN FLOP TOTALE (per fortuna).

A. C. Gilbert Company

È stata una società molto conosciuta nel campo della realizzazione di giocattoli per bambini. Famosissima per l’invenzione negli anni ’50 del famoso Erector set, un gioco simile al nostro Meccano.

Fondata da Alfred Carlton Gilbert e da John Petrie, la società agli albori produceva giochi per aspiranti maghetti e negli anni successivi si ritrovò a costruire giocattoli che fecero un gran successo fino ad arrivare al mostro Radioattivo!

tutto assolutamente sicuro diceva Gilbert… Come no!!! 

Ma andiamo a vedere cosa di cosa si trattava

Il laboratorio conteneva attrezzature un po particolari per un bambino infatti includeva:

  • una camera a nebbia che permetteva allo spettatore di guardare le particelle alfa che viaggiavano a 12.000 miglia al secondo (19.000.000 m / s).

Camera a nebbia atomic Energy lab

  • uno spintariscopio che mostrava i risultati della disintegrazione radioattiva su uno schermo fluorescente.

Spinteriscopio atomic Energy lab

  • un elettroscopio che misurava la carica elettrica di diverse sostanze.

Atomic Energy lab elettroscopio

  • Un contatore geiger.

Contatore

Le promozioni originali di Gilbert affermavano che nessuno dei materiali poteva rivelarsi pericoloso. Le istruzioni incoraggiavano la pulizia del laboratorio avvertendo gli utenti di non rompere i sigilli sui tre barattoli dei campioni di minerale, perchè “tendono a sfaldarsi e sbriciolarsi e correreste il rischio di avere minerali radioattivi sparsi nel vostro laboratorio. Ciò aumenterà il livello del conteggio di base compromettendo così i risultati degli esperimenti distorcendo le prestazioni del contatore Geiger”

Mica perché fai la fine dei Curie

Atomic Energy lab 4

La copia del catalogo Gilbert includeva la rassicurazione che:

“Tutti i materiali radioattivi inclusi con l’Atomic Energy Lab sono stati certificati come completamente sicuri da Oak-Ridge Laboratories, parte della Atomic Energy Commission.”

Il set originariamente era venduto per $ 49,50 (equivalente a $ 530 circa € 500 euro di oggi) e conteneva quanto segue:

  • Contatore Geiger – Müller
  • Elettroscopio
  • Spintariscopio o Spinteriscopio
  • Camera della nebbia di Wilson con sorgente alfa di breve durata (Po-210) sotto forma di filo
  • Quattro barattoli di vetro contenenti campioni di minerale naturale contenente uranio (U-238) (autunite, torbernite, uraninite e carnotite dalla “regione dell’altopiano del Colorado”)
  • Sorgenti di radiazioni a basso livello:

beta-alfa (Pb-210)

beta pura (Ru-106)

gamma (Zn-65)

  • “Sfere nucleari” per creare un modello di una particella alfa
  • Gilbert Atomic Energy Manual – un libro di istruzioni di 60 pagine scritto dal Dr. Ralph E. Lapp
  • Un libricino a fumetti sulla radioattività, scritta con l’aiuto del generale Leslie Groves (direttore del Progetto Manhattan) e John R. Dunning (un fisico che ha verificato la fissione dell’atomo di uranio)

Atomic Energy lab

  • Prospecting for Uranium – un libro del 1949 pubblicato congiuntamente dall’Atomic Energy Commission e dal United States Geological Survey
  • Tre batterie tipo C
  • Catalogo Gilbert Toys del 1951

Atomic Energy lab 2

Cosa poteva desiderare di più un bambino negli anni’ 50?

Atomic Energy lab fu ritirato dal mercato

Gli americani considerarono troppo costoso questo genere di gioco e per fortuna fu ritirato dal mercato. Sia chiaro, fece flop perché costava troppo non perché pericoloso.

Altre Le curiosità riguardanti questo inquietante gioco sono parecchie come ad esempio :

  • Gilbert credette che il flop fu dovuto ad un errore di mercato, ovvero offerto ad un pubblico non preparato.
  • La Columbia University ne comprò 5 a scopo scolastico.
  • Fu considerato il secondo gioco più pericoloso al mondo nel 2006.
  • Fu provato nel 2020 che le istruzioni dicevano la verità: non vi era nessun pericolo se si fossero rispettate le regole.
  • Se spulciate un po nel web trovate ancora qualche folle annuncio di vendita!

Fonte Wikipedia

Atomic Energy lab

Vi lascio con un video rappresentativo di Atomic Energy lab  e non dimenticate di leggere anche qualche altro nostro articolo tipo:

Buggy Boy: Quando guidare era divertente.

Il Cobra Kai non muore mai!

Per oggi è tutto e ora guardate qui, non crederete ai vostri occhi Clicca qui per vedere il video

 

 

 

Marco

Marco

Nato per la tecnologia... Lo scopo della sua vita è quello di possedere ogni tipo di console esistente al mondo, ma per il momento si dedica a CommodoreBlog

Potrebbero interessarti anche...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PAGE TOP
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: