MacBoard: Mac meets C64

 375 total views,  2 views today

Ciao amici di Commodoreblog, Apple sta lavorando ad una MacBoard, un progetto che noi chiamiamo “Mac meets C64”. Non fraintendeteci, non è che la casa della mela si è messa a progettare un Mac emulator C64, ma del leggendario biscottone ha ripreso il concetto di Computer dentro la tastiera.

MacBoard ricorda il C64, una strada sempre più seguita

Apple non è certo la prima a riscoprire questa geniale soluzione, ma certamente quando essa si muove si porta dietro un gran movimento mediatico. Come tutti sappiamo anche Raspberry ha iniziato a seguire questa strada con il suo bellissimo Pi 400. Ma Apple, per non smentirsi, ha pensato di brevettare questa idea vecchia di 40 anni.

Come si apprende da Patently Apple, la mela morsicata si inventa l’idea di “una tastiera che ospita un computer”. Diciamo che hanno sbandierato al mondo di aver inventato l’acqua calda e di volerne brevettare la realizzazione.

Computer nella tastiera

Il Mac dentro la tastiera avrebbe il compito di rimpiazzare i portatili, ovviamente nel caso in cui vengano utilizzati esclusivamente a un display. Si vedrà poi se “MacBoard” mangerà mercato ai vari MacBook, Mac Mini o iMac. Probabilmente l’idea nasce come un completamento all’offerta di Apple, atta a coprire fasce di mercato mancanti.

Non è ancora chiaro se avrà un sistema di alimentazione solo a cavo USB o anche a batteria, resta la certezza che potrebbe rappresentare un sistema leggero e flessibile.

Raffreddamento del MacBoard

Leggiamo, sempre al link riportato poco sopra, che Il brevetto prevede due sistemi di raffreddamento. Uno a più camere abbinato ad una ventola: l’aria verrebbe aspirata e scaricata nella parte posteriore della tastiera. Il secondo sistema prevede un dissipatore che, tramite  la base della tastiera, disperderebbe verso il basso il calore.

Work in progress

Ovviamente, parlando di un brevetto, è da considerarsi un “work in progress”. Ci sono molte idee in ballo, come tipico in questa fase di studio un progetto. Ad esempio il design non è assolutamente congelato: si pensa anche ad una tastiera pieghevole o di una versione con trackball integrata.

Restate sintonizzati amici di Commodoreblog per avere news su questo progetto: nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si trasforma… Sempre prendendo come riferimento il miglior home computer della storia!

Nowave, occhiali per gamers, e non solo!

Nintendo e il retrogaming

Michele Novarina

Mic, tre lettere come negli highscore di una volta. Appassionato di videogames dagli albori degli anni 80.

Potrebbero interessarti anche...

5 risposte

  1. Lucy70 ha detto:

    Mi sembra un’ottima idea d’altronde la tecnologia fa sempre passi da gigante Sarebbe un’idea per avere qualcosa di più flessibile e comodo portata di mano

  2. Christine Cecile Abroath ha detto:

    Non avevo ancora sentito parlare di questa novità che personalmente trovo davvero intelligente e facile da portare dietro!

  3. M.Claudia ha detto:

    Per valutarla dovrei vederlo fisicamente e usarlo, perché così com’é su carta per me é no. Sto guardando l’iMac dal quale sto scrivendo e penso che mi ritroveri molto scomoda, se non ha uscite esterne, già quello che ha lui sono poche e infatti, ne ho aggiunte altre di supporto, come ho dovuto aggiungere il lettore dvd. In giro, quando mi devo spostare per qualche giorno porto l’iPad che sfrutto anche per leggere. Ma la cosa mi ha incuriosita molto.

  4. Sara Bontempi ha detto:

    Continuerò a seguirti per avere aggiornamenti sul progetto, molto interessante!

  5. daiana bianco ha detto:

    Ooook, ciao! Forse sono nel posto giusto. Ho tanto bisogno di capirci di più in generale sul mondo… informatico? tecnologico? si dice così? E l’occhio che strizza al passato un pó mi rassicura. Faccio un giro!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: